Translate

domenica 5 luglio 2015

Sebastião Salgado GENESI




Sino al 30 settembre 2015 al Forte di Bard (AO) nelle sale delle Cannoniera viene presentata GENESI l'opera di uno dei più grandi fotografi di tutti i tempi, Sebastião Salgado.
Il progetto, frutto di otto anni di ricerche e trentadue spedizioni nei cinque continenti, vuole rappresentare il Pianeta Terra in un modo nuovo, ritraendo le meraviglie che rimangono ancora nel nostro pianeta.
Raggruppa 250 straordinarie immagini frutto di un viaggio fotografico che Salgado ha compiuto in cinque continenti per documentare e mostrare con spettacolari immagini in bianco e nero quella parte del pianeta che sopravvive integra all'azione dell'uomo, come al tempo della Genesi, inducendo ognuno di noi a mantenerla viva e a preservarla attraverso il cambiamento dei nostri stili di vita e l'assunzione di comportamenti più rispettosi della natura e di quanto sta intorno a noi.
Con la fotografia ma anche con progetti di riforestazione ed i educazione ambientale, Salgado da anni si dedica con la moglie alla salvaguardia e alla tutela del pianeta con particolare attenzione per la foresta Amazzonica del Brasile, sua patria ma anche polmone vitale della terra.
La mostra è divisa in 5 sezioni.
Prima sezione: sud del Pianeta con l'Argentina, l'Antartico e le sue isole
Pinguini chinstrap su un iceberg tra le isole Zavodovski e Visokoi  -Sandwich australi 2009

Seconda sezione: Africa, un continente estremamente diversificato e molto diverso dagli altri

Le donne mursi e summa sono le ultime al mondo a portare
dischi labiali. Villaggio Mursi di Dargui - Etiopia 2007
Terza sezione: I Santuari del Pianeta dedicata ad un certo numero di isole (Madagascar, Papua Nuova Guinea e i territori degli Irian Jaya) così definite perché custodiscono una biodiversità particolarissima

Gli Yali vivono sui monti Jayawijaya - Papua occidentale. Indonesia 20010
Iguana marina - Galapagos Equador 2004













Quarta sezione: l'Emisfero Nord che comprende regioni fredde ma nel quale è stato incluso anche il Colorado, meraviglioso territorio degli Stati Uniti.

Popolazione Nenci in migrazione fino al circolo
polare artico - Penisola di Jamal - Siberia Russia 2011
Popolazione Nenci in migrazione fino al circolo
polare artico - Penisola di Jamal - Siberia Russia 2011

La confluenza del Colorado con il Little Colorado vista dal territorio navajo
Arizona USA 2010

Quinta sezione: l'Amazzonia il polmone del mondo e il luogo dove abitano moltissime specie di flora e di fauna. L'Amazzonia del Brasile e del Venezuela con le sue spettacolari catene montuose e la zona del Pantanal un habitat di specie faunistiche molto differenziate ed importanti.
La Cueva de Auyan (la montagna del diavolo)
Uruyen - Venezuela 2006

Ritratto di gruppo degli sciamani Kamayura
Mato Grosso  - Brasile 2005
















Da non perdere ...


Sebastião Salgado è nato nel 1944 ad Aimorés, bello stato di Minas Gerais in Brasile ed è un fotografo di fama internazionale.
Laureato in Economia all'università di Vitòria (Brasile), negli anni '7o prende in mano la macchina fotografica Leica della moglie e capisce che la fotografia è un mezzo duttile e perfetto per conoscere e far conoscere il mondo e le sue problematiche sociali. Da allora non l'ha più lasciata e ha lavorato spostando in ogni parte del mondo scattando foto per far sì che le sue fotografie portino un messaggio: dobbiamo riappropriarci della terra che abbiamo avuto in eredità da chi ci ha preceduto e averne cura per poterla trasmettere a nostra volta.

Nessun commento:

Posta un commento