Translate

lunedì 16 luglio 2018

Pirelli Hangar Bicocca - Milano




Pirelli Hangar Bicocca è una fondazione no profit nata a Milano nel 2004 dalla riconversione di uno stabilimento industriale in un'istituzione dedicata alla produzione e alla promozione dell'arte contemporanea. 
Luogo dinamico di sperimentazione e ricerca, con i suoi 15.000 mq. è tra gli spazi espositivi più grandi d'Europa e ogni anno presenta importanti mostre personali di artisti italiani ed internazionali.
Ogni progetto espositivo viene concepito in stretta relazione con l'architettura dell'edificio ed è accompagnato da un programma di eventi collaterali e di approfondimento.
La struttura, che un tempo era una fabbrica per la costruzione di locomotive, comprende un'area dedicata ai servizi al pubblico e alle attività didattiche e tre spazi espositivi caratterizzati dalla presenza a vista degli elementi architettonici originali: lo Shed, risalente agli anni Venti del Novecento, le Navate, complesso costruito tra il 1963 e il 1965 per il montaggio e la prova di macchine elettriche di grande potenza e il Cubo, che risale agli anni Cinquanta e in cui venivano testate le turbine elettriche.
Oltre alla presentazione di mostre ed eventi, Pirelli Hangar Bicocca ospita l'installazione permanente e site-specific I sette Palazzi celesti (2005-2005) di Anselm Kiefer, realizzata in occasione dell'apertura dello spazio espositivo.
Nel giardino esterno, antistante l'ingresso, è collocatola La Sequenza (1981) di Fausto Melotti.

A partire dal 2016 l'area di oltre 1.000 metri quadri all'esterno dell'edificio del Cubo di Pirelli HangarBicocca, viene messo a disposizione  per interventi site-specific  commissionati ad artisti internazionali. 
Efêmero è il primo intervento del programma "Outside the Cube" dedicato alla Street Art e alle forme d'arte legate al contesto urbano e pubblico. 
Gli street artist OSGEMEOS  (Gustavo e Otàvio Pandolfo - San Paolo del Brasile 1974) hanno presentato il loro primo grande murale in Italia, prendendo ispirazione dalla storia dell'edificio e ricreando in scala monumentale la silhouette di un vagone metropolitano ...


L'accesso allo spazio e alle mostre è totalmente gratuito e il dialogo tra pubblico e arte è favorito dalla presenza di mediatori culturali.
All'interno della struttura si trovano inoltre una caffetteria con servizio di ristorazione ed una sala lettura.
Un luogo da visitare per immergersi completamente nell'arte contemporanea.


Nessun commento:

Posta un commento